Le palme

Orto Botanico Cogoleto Tipi di palme palme coltivazione di palme potatura delle palme punteruolo rosso delle palme Le palme

Le palme

 

La fecondazione artificiale della Palma da datteri (Phoenix dactylifera) venne rappresentata già 5.000 anni fa nell’antico Egitto, ma reperti archeologici che attestano l’utilizzo o la coltivazione di questa specie si ritrovano nel Bahrein (circa 3.000 a.C), in Iran (3.100-2.940 a.C), in Israele (8.100-7.500 a.C.); in diverse località egiziane sono stati rinvenuti antichi reperti che testimoniano l’impiego d’altre palme (Hyphaene tebaica, Medemia argun, ecc.). L’interesse per le palme risale quindi ai primordi delle civiltà e pare inesauribile: le palme forniscono ogni anno circa 200.000 tonnellate di datteri, 700.000 t olio, oltre 1.500.000 t di copra, circa 2 miliardi di noci di cocco ed una miriade di altri prodotti. Queste cifre esaltano l’importanza economica di questa famiglia, della quale siamo abituati ad apprezzare soprattutto le doti estetiche.
Alle Palme è legata anche una complessa simbologia con radici nella mitologia e nella religione, ma per i botanici sistematici queste piante appartengono soprattutto alla famiglia delle Palmae o Arecaceae, famiglia complessa, con oltre 200 generi e circa 35.000 specie diverse, che offre numerosissimi aspetti ancora quasi sconosciuti.


In Liguria sono state censite 71 specie diverse di palme, oltre la metà delle quali proveniente dall’America, ma la maggior parte è coltivata in ambienti protetti come giardini e Orti Botanici e solo una decina caratterizza i parchi e i giardini pubblici.


Qui a Beuca, tra le specie con foglie a ventaglio, sono rappresentate la Palma nana (Chamaerops humilis), l’unica palma della flora spontanea italiana, ma anche Trachycarpus fortunei, originario della Cina, le imponenti Washingtonia filifera della California e del Messico e Brahea armata, degli stessi luoghi. Tra le specie con grandi foglie pennate, troviamo Butia eriospatha, del Brasile, Phoenix canariensis (delle Canarie) e naturalmente Phoenix dactylifera, la nota Palma da datteri delle coste mediterranee più calde.